Arquata del Tronto: da Unitalsi e Anp 40mila euro per laboratori avvio lavoro e sostegno famiglie fragili

image
“Unitalsi e Anp si sono trovate fin da subito d’accordo nel far convergere i propri sforzi per aiutare i bambini, perché è ripartendo dai più piccoli che si ricostruisce una comunità. È per questo che abbiamo voluto, come già fatto ad Amatrice, consegnare alla preside dell’Istituto omnicomprensivo di Arquata del Tronto i fondi che abbiamo raccolto grazie alla generosità di tante persone, aziende, come la Tupperware Italia S.p.A. e piccole associazioni come Nessun Dorma“.

È quanto hanno dichiarato congiuntamente Emanuele Trancalini e Mario Rusconi, rispettivamente delegato nazionale Progetto Bambini dell’Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali)  e presidente Associazione Nazionale Presidi Lazio e Roma in occasione della consegna dei primi 40 mila euro – raccolti grazie all’iniziativa “Scuola solidale” – a Patrizia Palanca, preside dell’istituto omnicomprensivo di Arquata del Tronto (AP) che verranno utilizzati per laboratori di avvio lavoro e sostegno alle famiglie fragili, che a causa del terremoto hanno perso il lavoro.

All’evento che si è svolto presso il Campo Borgo di Arquata del Tronto (AP) erano presenti il vescovo di Ascoli Piceno, Mons. Giovanni D’Ercole, il sindaco di Arquata del Tronto, Alessandro Petrucci, il presidente della Sezione Marchigiana dell’Unitalsi, Giuseppe Pierantozzi e il direttore dell’ufficio scolastico regionale del Lazio, Gildo De Angelis.

“Scuola solidale” è promossa dall’Associazione Nazionale Presidi – Lazio (ANP) e il Progetto Bambini dell’Unitalsi con il sostegno dei giornali on-line: Etutorweb e romasociale.com e prevede anche una serie di iniziative durante tutto l’anno a favore degli alunni di Arquata del Tronto. In particolare è stato possbile raccogliere i fondi per la scuola del comune della provincia di Ascoli Piceno anche grazie alla generosa donazione di TUPPERWARE ITALIA SPA e dell’associazione “Nessun dorma” di Pagliare del Tronto che ha voluto aderire a questa importante iniziativa, che prima in Italia, consegna le somme raccolte direttamente al consiglio d’Istituto per tutte quelle necessità contingenti della scuola e degli alunni.

La raccolta a favore delle scuole delle zone terremotate proseguirà per tutto l’anno scolastico. Chi vuole donare può farlo attraverso il conto corrente bancario Progetto Bambini – Monte dei Paschi di Siena, ABI 01030 CAB 03298 numero conto 000001152663 IBAN IT08F0103003298 000001152663 oppure al conto corrente postale 48019863 intestato a U.N.I.T.A.L.S.I. Progetto Bambini, via della Pigna,13/a. Occorrerà scrivere nella causale “Scuola solidale” per Arquata del Tronto e per il versante di Rieti occorre scrivere “Scuola solidale” per Amatrice.

“Ringrazio – ha detto Patrizia Palanca, preside dell’istituto omnicomprensivo di Arquata del Tronto (AP) – Unitalsi e Anp per questa generosa donazione. Intendiamo far partire con questi fondi un laboratorio professionale di avvio al lavoro, seguendo le indicazioni delle filiere produttive già presenti nelle aziende nel territorio e quelle che si andranno a sviluppare nella zona per potenziare, sviluppare e ridare l’avvio al sistema produttivo economico locale. Inoltre sosterremo i costi della mensa scolastica per le famiglie che a causa del terremoto hanno perso il lavoro e proporremo laboratori didattici ai bambini e ai ragazzi”.

“L’Unitalsi – ha aggiunto Giuseppe Pierantozzi, presidente della Sezione Marchigiana dell’Unitalsi – è “Treni Bianchi e non solo” e quella di oggi è una delle dimostrazioni più importanti. Uno dei nostri obiettivi, infatti, è quello di essere accanto a chi ha bisogno nel quotidiano, tentando di dare una risposta alle loro necessità e sostenendoli nelle difficoltà di tutti i giorni”.

Questa voce è stata pubblicata in SOLIDARIETÀ. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.