Giubileo: presentato da Gabrielli e Mons. Leuzzi “Stabat Mater” di F. Simone. Il 15/3 evento per Progetto Bambini Unitalsi Roma

12647155_1109124645796301_1440642774468579033_n

L’Auditorium Conciliazione – comunemente definito dalla fantasia popolare come l’Auditorium del Papa – apre per la prima volta le porte allo Stabat Mater in versione rock-sinfonico composto dal cantautore Franco Simone sul testo in latino di Jacopone da Todi del XIII secolo. L’esordio, la sera del 15 marzo prossimo in una serata di beneficenza a favore del Progetto Bambini dell’Unitalsi di Roma per donare ai più poveri la grande opportunità di potere vivere l’esperienza del pellegrinaggio a Lourdes e per ampliare, nella Capitale, la possibilità di accogliere gratuitamente le famiglie che devono ricoverare i propri figli nei maggiori ospedali pediatrici di Roma.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina presso il foyer dell’Auditorium Conciliazione, in via Conciliazione, 4 a Roma, dal Prefetto di Roma, Franco Gabrielli, dal vescovo ausiliare di Roma e delegato per l’Assistenza Religiosa negli Ospedali di Roma, Mons. Lorenzo Leuzzi,  e dal presidente dell’Unitalsi di Roma e responsabile nazionale del Progetto Bambini dell’U.N.I.T.A.L.S.I., Emanuele Trancalini. Erano presenti gli artisti Franco Simone (autore ed interprete dell’opera rock sinfonica su testo latino di Jacopone Da Todi), Michele Cortese (interprete) e Rita Cammarano (interprete soprano).

Ha coordinato Orazio La Rocca, giornalista vaticanista di La Repubblica e del Gruppo L’Espresso.

Il prossimo 15 marzo 2016 sul palco, insieme a Franco Simone, due artisti dalla vocalità preziosa: il soprano Rita Cammarano, che ha già lavorato con ben due premi Oscar (Woody Allen e Nicola Piovani), tra le più apprezzate voci liriche italiane al mondo (che ha preso il posto del tenore italo-inglese Gianluca Paganelli, presente nelle precedenti edizioni dell’opera) ed il rocker Michele Cortese, già vincitore con gli Aram Quartet della prima edizione di “X Factor” e reduce dal successo al Festival Internazionale di Viña del Mar (Cile). La serata all’Auditorium Conciliazione si caratterizza anche per la suggestiva presenza dell’attore Alessandro Haber, che leggerà la traduzione dei testi del capolavoro di Jacopone da Todi prima dell’esecuzione dei singoli brani.

Questa voce è stata pubblicata in SOLIDARIETÀ. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.