“…E giungemmo a TE!”, il 17 e 18 novembre il Presepe Vivente nelle piazze di Roma

presepe-vivente-ss-roma

Il 17 e 18 dicembre l’Unitalsi darà vita ad un originale Presepe vivente in treno che partirà dalla Puglia e si concluderà a Roma come iniziativa di pace, solidarietà e fratellanza tra i popoli. Un’iniziativa realizzata anche come omaggio al Santo Padre in occasione del suo compleanno.

I passeggeri del treno speciale, infatti, saliranno a bordo del convoglio vestiti da personaggi del presepe. In particolare i bambini ed i loro genitori saranno gli angeli, mentre il resto dei viaggiatori saranno popolani e pastori.

Sui vagoni prenderanno posto anche alcuni immigrati ospitati dalla Cooperativa Sociale “Consorzio Matrix” e “L’impronta” che impersoneranno i pastori senza casa e senza certezze a memoria del bambino Gesù che è nato in un paese lontano dalla sua casa, perché straniero e perché nessuno volle accoglierlo. Molti di loro – anche se di religione islamica – hanno accettato di fare da figuranti nel presepe vivente.

Già da venerdì 16 dicembre nelle 22 sottosezioni dell’U.N.I.T.A.L.S.I. in Puglia sono previste delle veglie di preghiera in preparazione a questo pellegrinaggio straordinario che per la prima volta ricorderà la storia della nascita di Gesù su un treno attraversando tutta l’Italia del Sud per arrivare a Roma. Previsto anche l’arrivo di alcuni pullman dalle Marche e dall’Abruzzo.

Il convoglio partirà nella prima mattinata di sabato 17 dicembre, alle ore 6,19, dalla stazione di Lecce per poi fermarsi a Brindisi, Monopoli, Bari, Molfetta, Barletta, Cerignola e Foggia per raccogliere i pellegrini provenienti da tutta la Puglia.

Il treno proseguirà per Roma fermandosi a Benevento e Caserta. L’arrivo a Roma è previsto alle ore 15,40 presso la stazione San Pietro.

Arrivati a Roma (presso la Stazione di San Pietro) il programma prevede la rappresentazione del presepe attraverso una fiaccolata che partirà da Piazza Pio XII per poi fermarsi alla chiesa di Santo Spirito in Sassia, Santa Maria della Traspontina e Largo Tassoni per poi concludersi a Piazza della Chiesa Nuova dove si terrà un momento di preghiera.

Saranno presenti anche la cantante Alma Manera, e Orazio Coclite, che leggerà alcuni passi del Vangelo.

Il giorno dopo, domenica 18 dicembre, al termine della Santa Messa delle ore 9.30, appuntamento a Castel Sant’Angelo da dove partirà il corteo che raggiungerà Piazza San Pietro per assistere all’Angelus di Papa Francesco.

“Un presepe vivente –  spiegano congiuntamente il presidente nazionale dell’U.N.I.T.A.L.S.I., ANTONIO DIELLA e il presidente della sezione pugliese dell’U.N.I.T.A.L.S.I., PALMA GUIDA –  per la prima volta in treno per un pellegrinaggio speciale a Roma per essere idealmente vicini a Papa Francesco. Un’idea nata con la voglia di coinvolgere tanti giovani con le loro famiglie nell’esperienza straordinaria di riscoprire la forza e la semplicità del messaggio della nascita di Gesù. Con noi anche alcuni immigrati dei centri di accoglienza pugliesi e campani per ribadire che la nostra Associazione è aperta a tutti soprattutto agli ultimi e ai più fragili”.

“Siamo certi – aggiungono DIELLA e GUIDA – che riscoprire la tradizione, la storia quella fatta di piccole cose, di semplici gesti, è il modo migliore per alimentare la fiducia nel futuro, la speranza e l’entusiasmo per ciò che di bello abbiamo: le nostre città con tutte le loro infinite, affascinanti e antichissime tradizioni popolari”.

Questa voce è stata pubblicata in ALTRE NEWS. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.