Minori: Caritas: dal 1988 al 2013 ospitati a Roma oltre 8mila da 90 nazioni

20131217-152529.jpg

“Dall’inizio del mese di ottobre 1988 al 31 ottobre 2013 sono stati ospitati a Roma 7.821 minori in misura civile e 278 minori in misura penale, provenienti da 90 nazioni“. A dirlo Maria Franca Posa, responsabile Area Minori Caritas Roma, intervenendo al convegno sui minori stranieri non accompagnati dal titolo “Ragazzi lontani…dalla famiglia, dal proprio paese, da se stessi – 25 anni di accoglienza della Caritas di Roma” che si sta svolgendo nella Sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini.

“Dal 1991, con l’aumento del fenomeno dell’emigrazione in Italia, iniziano ad essere presenti ragazzi e ragazze stranieri, quasi sempre minori non accompagnati (MSNA) che giungono in Italia clandestinamente in cerca di futuro – ha continuato Posa – Quindi, mentre nel periodo iniziale (1989-1995) sono principalmente i ragazzi italiani e nomadi ad essere accolti, successivamente assistiamo a un graduale aumento dei ragazzi stranieri, soprattutto a partire dal 2007. Gli italiani accolti sono stati 870 rispetto ai ragazzi stranieri che hanno superato quota 7mila presenze”. L’obiettivo della Caritas di Roma “dal 1988 è stato, e rimane, quello di sostenere lo sviluppo evolutivo della persona – ha concluso Posa – contrastando le situazioni di emarginazione sociale e culturale che impediscono la piena realizzazione del suo benessere e dei suoi percorsi di vita. Nel corso degli anni molti sono stati gli interventi e i progetti della Caritas di Roma, tesi a evidenziare e a sostenere le problematiche adolescenziali e giovanili emergenti”. Attualmente sono attivi tre centri di Pronto intervento per minori (CPIM), convenzionati con il Dipartimento per la promozione dei Servizi sociali e della Salute del Comune di Roma, che accolgono ragazzi e ragazze in situazioni di disagio psicosociale, spesso in stato di abbandono o autori di reati.

Questa voce è stata pubblicata in ALTRE NEWS. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.