Bambini in missione di Pace

Bambini di Pace” nasce nel 2004, sulla scia dell’esperienza del Pellegrinaggio Mondiale Bambini nel 2003 in occasione del centenario della nascita dell’Unitalsi.

Nasce dal desiderio di dar vita a un percorso di fede a misura di bambino con contenuti che possono essere comprensibili e che soprattutto possano aiutare i bambini dell’associazione a crescere nella pace, a costruire ogni loro piccolo quotidiano gesto, un mondo di pace.

Nel 2004 ad Assisi con la I edizione “Ricominciamo da Lui… con Lui… per Lui!!!“, i bambini hanno riflettuto sul tema della creazione per poi arrivare al 2005 sempre ad Assisi dove si è svolta la II edizione “Il popolo canta la sua liberazione“.

Attraverso il passaggio del Mar Rosso i bambini hanno cominciato il loro “pellegrinaggio della vita” e, come il popolo ebraico è stato guidato dalla colonna di fuoco, così i bimbi hanno acceso la luce dell’Amore nei loro cuori sicura guida lungo il sentiero di pace.

A Lourdes nel 2006, nella III edizione “Tieni accesa la luce del tuo cuore“, quella luce è stata affidata a Maria perché aiutasse i bambini a tenerla sempre accesa e a mantenere viva quella fiamma attraverso i gesti d’amore.

Nel 2007 a Gardaland durante la IV edizione “Sarà questa la Terra Promessa… o un’oasi di pace?“, i piccoli hanno giocato, riso, scherzato e trovato un’oasi di gioia e serenità e capito che seppure importante e rigenerante, quella non era ancora la Terra Promessa; è stata un’occasione speciale per ricaricare le batterie della gioia e riprendere con rinnovato entusiasmo il cammino, seppur difficile.

La V edizione “La nostra casa nel cuore di Bernadette” ci ha portato a Lourdes, in occasione del 150° anniversario delle apparizioni di Maria a Bernadette, è stata una piccola deviazione rispetto al nostro percorso, e i bambini hanno potuto conoscere la figura di Santa Bernadette, una Santa bambina, scopriranno così di avere un’amica in più che sarà per loro un modello a cui guardare nel corso di tutta la loro vita.

L’esperienza del 2008 è stata all’insegna della multirazzialità, ai bambini sono state proposte molte occasioni di scambio culturale, sono stati stimolati a conoscere usi e costumi di altre popolazioni, e attraverso il gioco e le riflessioni proposte, hanno capito che in ogni luogo del mondo c’è una “Santa Bernadette”: un modello per tutti, un esempio di santità vissuta nella semplicità, nell’umiltà.

A Lourdes i bambini hanno scoperto che Dio è davvero presente nel cuore di Bernadette, e nel cuore di ogni bimbo del mondo. Loro sono i protagonisti di questa avventura che continua nel tempo perché a loro per primi sono aperte le porte del Regno di Dio, perché loro, come Bernadette, vivono la semplicità del cuore e, grazie all’incontro con il Padre, grazie alla luce dell’Amore, grazie all’oasi di gioia, grazie all’esempio di tutte le Bernadette del mondo, sono giunti a settembre 2009 nella Terra Promessa.

In Terra Santa i bambini di Pace hanno vissuto un’esperienza unica, intensa ed entusiasmante, hanno scoperto una terra ancora ferita dalla guerra e dalla divisione dove la pace è tutta da costruire e da conquistare, eppure lì si sono posati per sempre gli occhi di Dio, tutto in quei luoghi parla di Dio e di suo figlio Gesù. I bambini hanno visitato i luoghi sacri, pregato per la pace, percorso sentieri di pace, di condivisione, di integrazione. Un momento particolarmente intenso è stato la festa con i bambini di Betlemme, attraverso il gioco, la musica, l’animazione abbiamo comunicato e soprattutto vissuto la gioia di essere insieme, abbiamo compreso che i bambini sono i più credibili testimoni e portavoce di pace con la loro spontaneità ed entusiasmo.

Come da ogni seme gettato sulla terra buona così da “Bambini di Pace” è germogliato un nuovo frutto: “Bambini in missione di Pace“; sono i bimbi custodi del dono della pace, loro i testimoni, i “missionari”, nasce a Betlemme questa avventura e come non mai siamo certi di essere guidati da una “stella” che non conosce tramonto che ci condurrà dove Lui vuole.

Così nel 2010 siamo atterrati a Parigi, la multirazziale Parigi, crocevia di tante e diverse culture, una città capace di accogliere e che pure vive quotidianamente la fatica del costruire la pace, anche qui c’è bisogno dei nostri “inviati speciali“; i bambini hanno colorato la città, hanno fatto sentire la loro voce di gioia, hanno portato il messaggio nel loro linguaggio semplice eppure tanto efficace.

Nel 2012 i bambini in missione di Pace non potevano che arrivare a Roma, la città centro della cristianità, il cuore pulsante della Chiesa universale. Roma li ha accolti con gli scenari che solo la Città Eterna riserva a chi vi giunge da tutto il mondo: li ha accolti la Roma delle Basiliche, del Colosseo, dei Fori Imperiali, di San Pietro e San Paolo, la città dove si è edificata la Chiesa di Cristo. I bambini hanno vissuto le suggestioni di secoli di Storia passeggiando per le vie più antiche dove si è fondata la nostra civiltà; hanno respirato un’aria di piena comunione con la Chiesa universale durante la processione nei Giardini Vaticani e in piazza San Pietro per l’Angelus con il Santo Padre. Infine hanno colorato anche le strade di Roma con i colori dell’arcobaleno, in una stupenda marcia che ha fatto echeggiare gli slogan della Pace per le principali strade del centro.

Nell’estate 2013 un’altra metropoli europea ha atteso i nostri “missionari”: Barcellona, dove, grazie all’entusiasmo contagioso dei bambini, sono stati vissuti giorni e momenti indimenticabili come la crociera in nave e la grande marcia della pace sulla Rambla, il cuore pulsante della città spagnola.

Il X appuntamento è previsto dal prossimo 27 settembre al 3 ottobre 2015 e si tratterà si un ritorno in un posto speciale per ogni unitalsiano: Lourdes.

pellbamb 2015

I commenti sono chiusi.