Papa: consegnato all’Unitalsi il camper donato da Francesco per famiglie romane con persone disabili

camper-unitalsi2

“Questo è un dono di Papa Francesco che conosce bene l’U.N.I.T.A.L.S.I. e ne apprezza l’attenzione e la cura che mette nei confronti delle persone malate e disabili. Quando gli è stato donato questo camper e gli ho proposto di regalarlo per le attività della vostra associazione, il Papa ha detto subito di sì. Siamo sicuri che nelle vostre mani questo camper diventerà uno strumento di Misericordia”.

E’ quanto ha dichiarato Mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, in occasione della consegna del camper donato da Papa Francesco alla sottosezione di Roma dell’U.N.I.T.A.L.S.I. per le attività svolte dall’Associazione a favore delle famiglie in difficoltà e in particolare delle persone con disabilità.

Il camper era stato offerto al Pontefice in occasione del Giubileo del PlenAir tenutosi lo scorso 22 ottobre. Il mezzo è stato messo a disposizione dalla casa costruttrice Arca del gruppo Trigano e allestito su base meccanica Ducato donata da Fiat Professional.

Il Giubileo del PleinAir ha riunito a Piazza San Pietro più di tremila camperisti e amanti del turismo in libertà, che hanno ribadito la piena aderenza ai valori espressi nell’enciclica Laudato si’. In quell’occasione Papa Francesco ha detto: «Saluto il folto gruppo dei camperisti che ringrazio per il dono di un camper a una famiglia romana con persone disabili».

Alla cerimonia di consegna erano presenti, tra gli altri, Antonio Diella, presidente nazionale dell’U.N.I.T.A.L.S.I., Preziosa Terrinoni, presidente della Sezione Romana-Laziale dell’U.N.I.T.A.L.S.I., Emanuele Trancalini, presidente della sottosezione di Roma dell’U.N.I.T.A.L.S.I., Raffaele Jannucci, direttore editoriale della rivista PleinAir e Alessandro Pinna, responsabile nazionale U.N.I.T.A.L.S.I. per il Giubileo.

“Il mezzo verrà utilizzato dall’U.N.I.T.A.L.S.I. di Roma – ha dichiarato Antonio Diella, presidente nazionale dell’U.N.I.T.A.L.S.I. – per sostenere le famiglie romane che hanno in casa una persona con disabilità e grazie al progetto denominato “Vacanze senza barriere” le persone disabili (compatibili con l’abitabiltà del camper) e le loro famiglie verranno portate su percorsi turistici della provincia di Roma”.

“In accordo con la sottosezione di Roma – aggiunge Diella – questo camper verrà trasformato anche in un vero e proprio “Sportello per la disabilità” che girerà alcuni municipi della Capitale per raccogliere le istanze, le necessità ed anche e le emergenze delle tante famiglie romane che si devono confrontare con il sostegno ad un familiare con disabilità. Partner di questo progetto sono le parrocchie romane, alcuni Municipi e le associazioni che sui territori si occupano di questo tema delicato e quanto mai attuale”.

Questa voce è stata pubblicata in SOLIDARIETÀ. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.