Papa; Unitalsi: Oltre 2000 pellegrini a Roma per Giubileo degli Ammalati e delle Persone Disabili

l43-papa-disabili-150904183549_medium

Sono stati oltre 2000 i pellegrini arrivati da tutta l’Italia grazie all’Unitalsi in occasione del Giubileo degli Ammalati e delle Persone Disabili, che si è tenuto dal 10 giugno fino a domenica 12 giugno 2016. L’evento giubilare, che si è tenuto nell’ambito dell’Anno Santo della Misericordia voluto da Papa Francesco, è stato realizzato dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, con il quale l’Unitalsi ha collaborato fortemente per la riuscita dell’evento. 

Il programma ha visto momenti di preghiera e catechesi per tutti e tre i giorni. In particolare per i pellegrini dell’Unitalsi l’appuntamento è stato per sabato 11 giugno 2016 alle ore 10 con la catechesi “La misericordia fonte di gioia” presso la chiesa di Santa Maria in Vallicella presieduta da Mons. Luigi Marrucci, Vescovo di Civitavecchia e già Assistente Ecclesiastico Nazionale dell’Associazione.

A seguire ore 14,30 il pellegrinaggio Giubilare alla Porta Santa a San Pietro.  

Alle ore 18 e fino alle ore 20 presso i giardini di Castel Sant’Angelo la grande festa “Oltre il limite” alla quale hanno preso parte personaggi del mondo dello spettacolo e della musica come Rudy Zerbi e Alessandra Amoroso legati da sempre al Progetto Bambini dell’Unitalsi. All’evento era presente, tra gli altri, Il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin

Sempre nei giardini di Castel Sant’Angelo sono state allestite le “Tende della misericordia” dove alcune realtà pastorali e associazioni come l’Unitalsi hanno condiviso la loro esperienza di evangelizzazione per il mondo della malattia e delle persone con disabilità.

Infine, domenica 12 giugno 2016 alle ore 10,30 la solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Papa Francesco in piazza San Pietro che è stata preceduta dalle ore 9 da diverse testimonianze dal mondo della malattia e della disabilità. Era presente Antonio Diella, neo presidente nazionale dell’Unitalsi.

“Un momento importante per tutta la nostra Associazione – spiega Antonio Diella, neo presidente nazionale dell’Unitalsi – sia per testimoniare la nostra vicinanza con il Santo Padre, sia per rinnovare idealmente il nostro carisma che ci vede impegnati ogni giorno al fianco e a sostegno delle persone con disabilità e malate, nei nostri straordinari pellegrinaggi a Lourdes e nei Santuari Internazionali come nella vita di tutti i giorni”.

“Sono stati tre giorni – aggiunge Diella – di festa, ma anche di profonda spiritualità per fare in modo che il baricentro di ogni nostra azione sia una rinnovata attenzione alla vita umana in ogni sua espressione”.

“Un grazie speciale – conclude Diella – a tutti i nostri volontari che si sono messi a disposizione per la riuscita di questo evento, ma anche a tutti gli unitalsiani che dall’inizio del Giubileo si sono impegnati in prima persona come portatori di misericordia e accoglienza nei confronti dei pellegrini che arrivano nella Capitale per il Giubileo”.

Questa voce è stata pubblicata in DISABILITÀ. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.