Sociale; Unitalsi: oggi la Philip Morris Italia a scuola di solidarietà

20140405-155017.jpg

Oggi, lunedì 7 aprile 2014, dalle ore 15,30 alle ore 19, presso Casa Bernadette, in via degli Embrici 32, struttura di accoglienza e sede della sottosezione di Roma dell’U.N.I.T.A.L.S.I., 10 dirigenti e impiegati della Philip Morris Italia prendono parte ad un pomeriggio dedicato alla solidarietà e alla formazione al volontariato.

Su richiesta della Philip Morris Italia, dopo la prima esperienza tenutasi a Natale 2013, si è pensato di replicare un’iniziativa che ha raccolto una grande richiesta di partecipazione da parte del personale dell’industria inglese.

Sarà un pomeriggio molto intenso durante il quale verranno illustrate le attività e i progetti dell’Unitalsi (in particolare il Progetto Bambini, del quale Casa Bernadette fa parte). Successivamente i dipendenti della Philip Morris verranno fatti partecipare attivamente alla realizzazione di alcune di queste attività, come ad esempio la distribuzione dei pasti ai senzatetto, il lavoro al call center che gestisce le chiamate da tutta Italia dei genitori di bambini malati che hanno bisogno di un alloggio vicino gli ospedali, e la catalogazione dei farmaci che l’Unitalsi raccoglie in alcune farmacie di Roma in collaborazione con la Fondazione Banco Farmceutico.

“Siamo davvero contenti – dichiara Alessandro Pinna, presidente della sottosezione di Roma dell’U.N.I.T.A.L.S.I. – di questa collaborazione che è nata con la Philip Morris. Noi mettiamo a disposizione i nostri spazi e la nostra esperienza per permettere a queste persone di avvicinarsi per la prima volta al mondo del volontariato. La Philip Morris è rimasta talmente entusiasta che recentemente ha anche voluto ospitare la Giornata Nazionale Unitalsi all’interno dei propri uffici”.

“È per noi motivo di orgoglio – aggiunge Emanuele Trancalini, delegato nazionale Unitalsi per il Progetto Bambini – far conoscere il lavoro che svolgiamo al fianco delle famiglie in difficoltà e vedere che viene accolto con tale entusiasmo. Speriamo che le porte di Casa Bernadette possano aprirsi di nuovo in futuro per ospitare la Philip Morris”.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.